“Potrei dirvi che lavoriamo con i bambini, ma sarebbe banale, potrei dirvi che lavoriamo in ospedale ma sarebbe scontato…

Allora vi parlerò di un sogno, di un bellissimo sogno iniziato oltre 10 anni fa in un’aula di medicina con alcuni studenti che sentivano l’esigenza di fare di più… di andare più in là di una porta di un reparto freddo e asettico e di aprire il loro cuore alla bellezza di un sorriso.

Questo sogno ci ha portato e ci porterà lontano…

Ci ha fatto lavorare in condizioni molto delicate, estreme, di guerra…

Il nostro naso rosso ha spalancato sorrisi, fatto risuonare risate, ascoltato, smosso abbracci…

Il nostro sogno ha diversi timbri sul suo passaporto: Bielorussia, Saharawi, Palestina…

Abbiamo conosciuto la durezza del terremoto, la follia del caporalato e il nostro sogno continua oggi nelle corsie dell’ospedale.

Lavoriamo sia con gli adulti che con i bimbi consci del fatto che il ”prendersi cura” sia una delle cose più straordinarie che si possa fare….

Abbiamo creato un giardino in ospedale e ci prendiamo cura sia delle piante che degli animali perché pensiamo che siamo tutti parte della stessa cosa, perché noi siamo l’ambiente e l’ambiente che ci circonda è parte di noi.

Abbiamo installato mostre, regaliamo libri, creiamo occasioni di incontri convinti che tutto questo amore tornerà più forte di prima e in una forma ancora migliore…

Siamo fermamente convinti che l’ospedale sia un luogo di cui non bisogna aver paura, un luogo magico di cura dove si entra malati e si esce sani, un luogo unico al mondo che conserva e trasforma paura in speranza, tristezza in gioia e malattia in salute.

Abbiamo aperto tanti reparti belli e importanti: pediatria, dialisi adulti, psichiatria. Visitiamo il centro prelievi e il cup. Accompagniamo i bambini in sala operatoria….

In ogni corridoio da cui passiamo cerchiamo di portare il nostro miglior sorriso corredato da una risata, da un bel naso rosso e da tanta, tanta allegria…

Crediamo nella potenza delle donne, generatrici e protettrici della vita e custodi di quell’amore materno che ci accompagnerà per tutta la vita ed è per questo che sia la presidenza che gran parte del consiglio direttivo della nostra associazione è in mano a clown donne…

Già, ancora non vi ho detto il nome della nostra associazione, ci chiamiamo m’illumino d’immenso, si come la poesia di Ungaretti, perché desideriamo che chiunque ci incontri possa cambiare la sua vita in meglio illuminandosi d’immenso e decidendo magari di cambiare proprio quella cosa che è ferma lì da tanto tempo…come ci riusciamo? Semplice, cambiando noi per primi tutte quelle cose che ci fanno paura o che ci sembrano impossibili, insomma illuminandoci d’immenso noi per primi per dimostrare che si può fare.

Non sappiamo dove ci porterà il nostro sogno ma siamo certi che il sorriso di tutte le persone incontrate ci accompagnerà per tutta la nostra vita è ci spronerà a fare qualcosa di ancora più bello ..

Grazie Gomitolo

Ecco chi siamo

Dott. Nuvola

Dott. Nuvola

fondatore
Dott.ssa Gomitolo

Dott.ssa Gomitolo

La Presidente

Dott.ssa Primavera

La Vice Presidente

Dott.ssa Fiorella Toppa

La Tesoriera - membro Consiglio Direttivo

Report

30 gennaio 2019

Turno molto importante emotivamente parlando. In pediatria si inizia subito in salita con una ragazzina in crisi adolescenziale che ha messo in discussione la sua permanenza sulla terra ingoiando delle pasticche. Avendo la stessa età Leggi tutto…

26 gennaio 2019

Turno in solitaria oggi, ma armata dei miei attrezzi da “lavoro” son partita fiduciosa. Bar e poi pediatria, dove tra palloncini, indovinelli e rompicapo il tempo è passato fino a che non è arrivato il Leggi tutto…

24 gennaio 2019

Dopo un primo momento, diciamo dopo il primo letto, in cui veramente mi sono sentita osservata ( magari inconsapevolmente da parte di Massimiliano) mi sono sciolta e non ho considerato la sua  presenza come osservatore Leggi tutto…