09 Aprile 2011

Pubblicato da Radic il

Cari clauni,ecco il mio report e quello della mia compagna Puffetta! Vi racconto una giornata di sole. La stanchezza mi riempie di energia in questo periodo ed è l’energia che ho cercato di tirar fuori! La sala prelievi è stata un mercato di chiacchiere, scambio di ricette da un cuoco della mia età e canzoni napoletane con un De Filippo salernitano. Poi scambio di consigli sugli uomini e sull’amore, tra il dolore di averlo perso per sempre, il dolore di avercelo accanto ma ammalato e la rassegnazione di non averlo trovato mai. In dialisi abbiamo tanto parlato. Ho avuto il piacere di conoscere Alvaro, e il piacere di ascoltare la sua vita densa di fardelli, li ho voluti abbracciare tutti, ognuno hai propri di fardelli, ma in quel posto ti rendi conto proprio di quanti fardelli la forza dell’uomo può sostenere,sono tanti,ed è giusto dare ascolto e importanza ad ognuno! ci siamo lasciati con una promessa,che cercheremo di cucinare ognuno un po’ di più per se stesso! Puffetta è rimasta attaccata ad un signore del quale non ricordo il nome, e durante quel momento d’amore, quell’amore che un anziano ti può dare e ricercare come un bambino (Puffetta e il suo viso dolce era proprio quello di cui lui aveva bisogno in quel momento, non siamo mica 2 a caso!), ho fatto una lunga chiacchierata con Admir. Abbiamo parlato del rapporto tra uomo e donna, di Dio, di carne di maiale e del perchè è sacro,della pace e dei suoi pensieri sulla razionalità della guerra e dei miei pensieri sull’ingiustizia della guerra. Ho imparato cose diverse, ho sentito cose diverse, visioni diverse. Non avere paura del diverso ti può arricchire molto, se a rispetto si risponde con rispetto. Poi altre chiacchere, sugli occhiali favolosi di Sabri,sugli occhi di Rina e la fatica del contadino, di una vita dedicata al lavoro. Poi chiacchiere solari con il compagno Franco con il quale ho tante cose in comune, abbiamo parlato del fumo e della nostra insonnia, mi ha invitato a passare le ore di insonnia con lui, e poi mi ha raccontato di come si è conosciuto con sua moglie, le dinamiche durante le ore di notte senza dormire, lui la sveglia e lei si riaddormenta, anche questo è amore. In pediatria abbiamo donato dei sorrisi a Stefano, addolorato nel suo lettino! si era innamorato della mia scimmia.. è bastato poco, e lui mi ha donato un sorriso che mi ha illuminato la mattinata… Sarebbe bello continuare ad avere quella capacità che avevamo da bambini! Bisognerebbe cercare di rispolverarla ogni giorno… Ringrazio tanto Puffetta che, con la sua dolcezza, ha dato la giusta dose di zucchero, alla mia carica!!!!! Vi abbraccio!

Giraffina Il turno di oggi è stato un po’ come una novità! Ho sempre lavorato con Nuvola mentre oggi ho avuto l’occasione di farlo con Giraffina: spontanea, coinvolgente ed affettuosissima!!! Poi ho conosciuto persone per me nuove nella dialisi, essendo prima capitata sempre di lunedì, tra cui il fantastico Mario a cui stanotte è nato un nipotino!!! Com’era felice!!! In sala prelievi mi sono sentita più disinvolta del solito, sono riuscita ad avvicinarmi a persone di diversa tipologia e con Giraffina abbiamo anche creato un po’ di coinvolgimenti. Mi ha proprio dato soddisfazione!!! In dialisi ho appunto conosciuto nuove persone ed è stato molto bello e stimolante. Vorrei riportare in particolare la situazione che si è creata con un signore di cui non ricordo il nome. Mi ha chiamato allungando una mano, io l’ho afferrata e lui non mi ha lasciata più. Voleva un contatto, senza parlare, dall’espressione del viso mi ha fatto capire che voleva che fossi io a raccontare ma sempre stringendomi forte la mano. Mi ha fatto capire come anche un contatto del genere possa essere di conforto, possa alleviare la sofferenza e creare empatia. In pediatria un dolcissimo bambino di 2 anni si è innamorato pazzamente della scimmia di Giraffina a cui si illuminano di rosso gli occhi e gli è piaciuto molto giocare con noi!! C’erano poi due bimbe in una stanza che, in seguito alla loro presenza, è diventata tutta rosa tra Hello Kitty e robe varie; erano simpatiche e molto esigenti con i palloncini!! Infine due diciassettenni, un maschio ed una femmina, tra i quali è nata un’ amicizia che Giraffina sperava fosse qualcosa di più!!! Sono uscita proprio contenta, un bel turno nuovo e stimolante accompagnato da uno splendido sole primaverile.

Puffetta
Categorie: Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *