Eccoci qua dopo un mese di nuovo agli armadietti dell’ospedale: Gomitolo stava ultimando i suoi preparativi così mi sono cambiata alla velocità della luce e siamo andati in pediatria dove le infermiere ci hanno detto che era ricoverata una ragazzina di 14 anni molto seriosa e ci hanno chiesto di provare a farla sorridere… Così siamo entrate nella sua stanza l’abbiamo conosciuta e abbiamo chiacchierato un po’ della sua vita, tra una battuta e l’altra abbiamo iniziato a ridere tutte e tre compresa la sua mamma….

Nel corridoio invece abbiamo conosciuto delle bambine che si sarebbero iscritte allo stesso istituto tecnico che aveva frequentato Gomitolo….TANTI TANTI anni fa e così con le mamme abbiamo parlato un po’ di come è cambiato il modo di viaggiare in questi anni…Salutato questo gruppo tutto al femminile ci siamo imbattuti anche in due bambini in sala di attesa e abbiamo giocato un po’ con loro , fatto un palloncino a un bambino che non si sentiva bene e voleva stare solo con la sua mamma ci siamo dirette in dialisi.

Qui incontriamo i nostri tre nonnetti che ci aggiornano sulla situazione dei nipoti, le disavventure che li sono capitate durante la settimana e una bella brontolata perché R. vorrebbe vederci  senza in naso rosso: è sempre un piacere rivederli e scherzare con loro.

In psichiatria invece abbiamo salutato una bellissima ragazza che Gomitolo ha accarezzato: lì si è sprigionato tutto il suo istinto materno pieno di amore con l’augurio di non rivederla in reparto la prossima  settimana….

Mi sento di dire che per me è stato un turno davvero faticoso perché Onda ieri mattina era poco predisposta verso le  proprie emozioni, ci è andata con parecchia testa e infatti riconosco di non aver lavorato come avrei voluto cercando di superare a piccoli passi i  limiti che tante volte ci imponiamo nella nostra vita.

Ringrazio Gomitolo che in questa occasione ha dovuto lavorare per due e che non te lo fa mai pesare.

Onda

Categorie: Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *