21 Febbraio 2011

Buongiorno carissimi clauni e amici, gran bel turno intenso lunedì scorso, inizia per me subito in maniera clauna, esco da casa rintontito, più o meno come al solito, arrivo in superstrada e vedo un cartello che dice:”Uscita obbligatoria dopo ginestra fiorentina per incidente”…io tiro avanti e non realizzo subito, arrivo a montelupo e ci sono un sacco di macchine in coda per uscire…io mi chiedo come mai…strano..di solito non esce nessuno a montelupo la mattina..vado avanti come un cretino…e dopo duecento metri rimetto insieme i pezzi…incidente, uscita obbligatoria…coda…se non avevo preso la superstrada avevo fatto un guadagno…e lo avevo anche letto…ma a cosa pensavo? La faccio breve…stavolta per arrivare in ospedale passo da san casciano, la firenze siena…insomma una strada ottima per arrivare un’ora dopo…il resto lo racconterà Pan, uniche due note personali…il ciambellano che mi regala la sua foto con dedica a me e a Timmy sulla sua fotografia vestito da cupido per San Valentino e un tizio al bar che mi confessa piano piano la sua storia di tossicodipendenza e di aids, siamo allora andati in profondo, quello che mi stupisce è che dopo un turno sei così carico di energia buona che la gente ti vede e si apre, ti racconta disagi assurdi che normalmente ti spaventerebbero…e invece la tua energia è così alta e buona che puoi parlare come se niente fosse e affrontare roba assurda con una leggerezza straordinaria…non finirò mai di stupirmi di questa cosa, torno a casa e trovo una mail della dottoressa Nuvola (una nuova amica di Napoli che ha avuto qualche problema con una associazione di clauni), allora decido di chiamarla, di solito dopo i turni sono stanco morto ma decido che vale la pena di dedicarle un poco di tempo…taglio corto, parliamo per oltre due ore e mezzo…giornata particolare davvero…poi alla riunione vi aggiornerò sulla mia nuova amica.

Nuvola

Sulla FI-PI-LI camion si ribalta..Nuvola fermo…Io che parto di lunedi mattina dai viali e mi fermo..traffico tentacolare che nemmen Benigni a Palemmo l’aveva…Ore 9.30 parte finalmente il turno….al bar!Colazione…la sala prelievi per oggi la liberiamo dai nostri peccati e via su in dialisi…Prima stanza corso di agricoltura con Gino & Gino l’infermiera Ilaria e Nuvola..e io che non ci capivo nulla…Zucche, semi, lune, radici, allori…mah!
Salto di carreggiata e spatabam eccoci dalla Patrizia che a mia insaputa vengo a sapere che vuol provar a entrar a far parte del nostro gruppo di glullown!Nel mentre mi allontano e inizio a parlar con una signora che mi parla del ricordo di suo fratello..un bambino pieno di energia che un giorno è stato chiamato per l’esercito…erano gli anni della guerra….la seconda grande guerra…lei quel fratello non l’ha piu’ rivisto…Mi racconta che quando vede in tv le immagini dei campi di concentramento e delle fosse comuni spera sempre che lui non sia li…si sente sola…ma poi gli chiedo se ha figli..e mi parla sorridendo di nuovo del suo nipote….non è piu’ sola.Saluti e via da Bruno e Carlo (Nuvola giusti i nomi?)…due chiacchiere e via. Guardiamo l’ora e gira rigira se passato un intera mattinata…Mentre siamo per tornar giu agli armadietti…eccolo..li…bello….il ciambellaio!!! Che ci fa veder le sue foto vestito da cupido! Che bellezza!….Un caffè, un sorriso e ciao alla prossima lezione.

Pan

Feb 23, 2011 | Posted by in Blog | 0 comments

19 Febbraio 2011

Dopo soli 15 giorni,nuovo turno in ospedale.. sabato mattina, guardo con un solo occhio l’orologio: LE OTTO!!!!! realizzo che non mi è suonata la sveglia ed inizio la mia corsa contro il tempo.. Metto le ali alla macchina, alle 8:42 parcheggio la macchina all’ospedale! Corro verso gli armadietti, intanto incontro una signora che mi guarda il camice e mi dice: “Buon Carnevale!!!!!”

Finalmente riesco a trovare Nuvola. Iniziamo il turno con me che mi siedo su una sedia per farmi passare il fiatone. Sala prelievi molto molto affollata,parlo con una giovane mamma incinta, con una insegnante del liceo, con una signora che ha vissuto in Svezia qualche anno, tutti disponibili al colloquio, un paio di palloncini a due bambine, per fortuna solo in accompagnamento. Nuvola parla con un signore che aveva conosciuto Totò in persona!
Dialisi: persone abbastanza stanche, mi concentro su un signore che mi racconta che ha lavorato per 40 anni nella propria impresa edile, parla molto della sua esperienza di cantiere, io sono incantata, lo ascolto a bocca aperta dato che quello di cui parla è proprio quello che vorrei fare io da grande.. la prossima volta porto carta e penna per prendere appunti.. Parliamo molto, io imparo, lui passa il tempo, lo ringrazio e lo saluto.
Pediatria:abbastanza affollata di bimbi, anche se i più molto molto piccoli, parliamo con le giovani mamme. Nella sala dei giochi incontriamo un bambino che riconosco subito, avendolo visto 15 giorni prima lì nel letto dell’ospedale con l’influenza. Ha paura di noi, si nasconde dietro la sedia, cerco di avvicinarlo ma lui non molla. Parliamo quindi con i genitori, un po’ preoccupati per il loro figlio che dal pomeriggio del giorno prima non riesce a camminare. Turno tranquillo anche se iniziato di corsa

Pallina

Feb 22, 2011 | Posted by in Blog | 0 comments

14 Febbraio 2011 (Turno in due col morto)

Ieri abbiamo fatto un turno strano, eravamo per la prima volta in assoluto, in due col morto…mi spiego meglio, in turno eravamo io e Puffetta ma con noi spiritualmente c’era anche Sbirulina che ha partecipato al turno di San Valentino offrendo a tutti dei cioccolatini, che poi per motivi di salute non è potuta venire ad offrirli di persona, per questo definisco il turno di ieri “un turno in due col morto”. E’ andato tutto bene e le persone erano contente dei cioccolatini, lo hanno apprezzato molto, lascio la parola però a Puffetta sennò dico tutto io, ciao a tutti voi

Nuvola

Ciao a tutti!!! Per cominciare, tanti auguri a tutti gli innamorati!!!! Il turno di oggi è stato per me molto significativo, ho avuto a che fare con un ospedale più “popolato” degli scorsi 2 turni ed è stato, anche per questo, più impegnativo. Tutti hanno molto gradito i cioccolatini gentilmente offerti da Sbirulina (che purtroppo non ha potuto distribuire di persona…) hanno portato un po’ di allegria e dolcezza!!! Dicevo che è stato più impegnativo perché mi sono resa conto che devo in qualche modo “evolvere”, crescere e pensare maggiormente alle caratteristiche che devono essere proprie del mio personaggio. Mi sono poi accorta che, soprattutto nella sala prelievi, devo imparare a sapermi rapportare di più con la “massa” oltre che con il singolo, essendo timida mi risulta un po’ difficile ma ci devo lavorare, credo di dover imparare ad affrontare entrambe le situazioni. Per quanto riguarda l’aspetto di funzionalità del nostro lavoro, volevo riferire che incontro sempre persone grate a questo progetto e che lo “Scambio di copia” comincia a funzionare ( anche se qualcuno ruba le conchiglie dai segnalibri mollando lì il segnalibro…)!!! In questo report avevo voglia di raccontare più cosa ho provato di cosa ho fatto, è un report un po’ riflessivo. Un saluto a tutti sperando di vedervi presto!!!

Puffetta

Feb 15, 2011 | Posted by in Blog | 0 comments

11 Febbraio 2011

Venerdì ero in turno con Arancina, è stato un turno denso di tante cose, intanto è con gioia che vi dico che da qualche tempo, saranno una decina di giorni, sto trovando che delle persone lasciano dei libri per lo scambio di copia, abbiamo trovato una borsa piena di libri per bimbi e anche diversi libri per adulti, in uno dei cassetti della scrivania poi c’è uno spazio riservato alle cose varie che le persone lasciano, per adesso siamo a una fotografia e tre poesia, che non è poco secondo me. Durante il turno abbiamo poi affrontato sia con la direzione sanitaria che con la caposala di dialisi il fatto di far partire dei questionari per il personale della dialisi per capire che cosa possiamo migliorare nel nostro servizio di clown in ospedale. Per quello che riguarda invece i reparti è andato tutto bene, come al solito, abbiamo parlato con diverse persone, l’unica cosa diversa è che ho parlato per la prima volta un poco più profondamente con una signora della dialisi che ha perso il marito qualche anno fa ed è triste per questo, abbiamo parlato a lungo e cercato insieme di focalizzare le cose belle, un esercizio molto utile secondo me ma molto stancante, perché, come riflettevamo dopo con Arancina, non funziona se uno non ci crede davvero e se non ci investe sul serio in questo discorso, e investire in cose del genere vuol dire sforzarsi tanto, infatti poi il pomeriggio ho sonnecchiato parecchio poiché ero stanco mentalmente, in ogni caso sono felice di averlo fatto, ciao a tutti voi amici e clauni vari.

Nuvola

Feb 15, 2011 | Posted by in Blog | 0 comments

08 Febbraio 2011

Oggi ho fatto il turno insieme a Milù! è stato molto bello fare il turno insieme a lei perché la sua vitalità e sensibilità mi hanno contagiato!La sala prelievi resta ancora il mio punto debole perché mi è difficile trovare quella spontaneità e naturalezza nel parlare con le persone,nel trovare la cosa giusta da dire al momento giusto, insomma a esprimermi col cuore più che con la testa. è comunque bello vedere come certe persone ti accolgono in sala prelievi,sono da ammirare il loro ottimismo e la loro pazienza. sempre in sala prelievi abbiamo incontrato una bellissima bambina ,Marlò, e l’abbiamo accompagnata in pediatria a fare il prelievo,riempiendo di bolle tutti i corridoi dell’ospedale! Purtroppo questa bambina era terrorizzata perché aveva avuto una brutta esperienza con i prelievi per cui è scoppiata a piangere e non siamo riuscite a distrarla, però dopo si è tranquillizzata e abbiamo giocato insieme a lei nella ludoteca della pediatria. Abbiamo sparso bolle per tutta la pediatria e regalato dei palloncini a due fratellini e a un bambino ricciolino.
In dialisi è stato molto bello il modo in cui mi hanno accolto due signore (di cui purtroppo non mi ricordo il nome!) è tutto un fare complimenti e ringraziamenti. Poi parlo con il mitico Franco e poi con Sabrina con la quale vorrei a poco a poco stabilire un rapporto di amicizia. Nell’ultima stanza incontriamo Mario che ha promesso di portarci la foto del suo cagnolino Zampa e poi ci ha chiesto perché non facciamo i turni anche di pomeriggio, dato che in dialisi c’è il turno dalle 14 alle 18,in effetti sarebbe bello fare i turni anche di pomeriggio,è una cosa che si potrebbe proporre. Ogni incontro che ho fatto mi arricchito molto e ha rafforzato la mia voglia di fare clown, sono davvero contenta di aver conosciuto Milù,è una grande! alla prossima,

Margherita Dolcevita

..GRAZIE dal profondo del mio cuore… stamattina non avevo punta voglia e il mio stato vitale era a terra….in questo momento la mia vita sembra ferma….il demone del sonno stava prendendo campo….. ahhhh!!!!!! ma mentre mi preparavo il mio cuore sentiva… daiiii!!!! tu vuoi fare questo di lavoro???? oh no!!!!!!! ce la devi mettere tutta…i e’arrivata questa ragazza dolcissima nei camerini… MARGHERITA DOLCEVITA…il suo nome clown la rispecchia…condivido anche io ciò che ha scritto la mia compagna …facendo il turno stamattina e che TURNO!!!!! si e’ capovolto tutto…la sfida che ho sempre cercato…trovarmi in una situazione difficile ..mentre davanti a te hai due infermiere che tengono il braccino della piccola Marlon.. (mi sembravano un po’ delle macellaie ahahah) scusate…cercare di distrarre la piccolina con dei pupazzini..e’ stata una UNA BELLA ESPERIENZA!!! Penso proprio che margherita sarà una bravissima dottoressa ci si sa proprio fare GRANDEEE!!!!! Abbiamo creato una magia.. per portare la piccola fino alla pediatria ABBIAMO INVASO I CORRIDOI DI BOLLE DI SAPONEE…CHE MERAVIGLIA vedere piano piano strappare sorrisi alle persone…la mia gioia era a mille….ho messo via le mie menate…e ho aperto il mio cuore.. fino ad arrivare alla dialisi…dove ci aspettano e ci incoraggiano ogni volta …con la LORO FORZA e ti senti così inutile e piccolo…ma NON E’ VEROOOOO SENTI CHE LI STAI AIUTANDO, ANCHE SE PER POCHISSIMO, A REGALARGLI UN SORRISO…un ascolto, a sentire i loro cuori
GRAZIE IMMENSAMENTE per me e’ stato un onore fare il turno con Margherita spero di ripeterlo presto…

Milù


Feb 9, 2011 | Posted by in Blog | 0 comments

29 Gennaio 2011

Due parole per raccontarvi questo turno, e scusate veramente il ritardo. turno con Zuppi e Gorkji, è la prima volta che li conosco, sono entrambi meravigliosi, Zuppi per la sua dolcezza e capacità di parlare col cuore e Gorkji, per la sua spontaneità e naturale comicità. All’inizio mi sono lasciata un po’ vincere dalla pigrizia, anche perché mi piaceva molto osservare e ascoltare Zuppi che con la sua sensibilità riusciva a interagire con tutti senza invadenza. La pediatria è tranquilla, incontriamo una bambina con delle codine fantastiche e giochiamo un po’ con lei poi scendiamo giù a prendere Gorkji, e facciamo con lui la dialisi. Gorkji, è un uragano di energia,esce e entra da tutte le stanze, parla con le infermiere facendo ridere tutti, a volte fa domande un po’imbarazzanti e schiette ma con una naturalezza che le attenua. anche Zuppi mi stupisce per la sua comunicatività e dolcezza. Il turno termina con una fantastica sosta al bar, dove Gorkji, prende il suo tè caldo con aggiunta di ghiacciolini! Spero davvero di fare presto un altro turno con Gorkji, e Zuppi, perché ho tanto da imparare da loro!

un bacio.

Margherita Dolcevita

Feb 9, 2011 | Posted by in Blog | 0 comments

04 Febbraio 2011

Arrivo con i soliti 5 minuti di ritardo e scendo di corsa agli armadietti, non trovo Nuvola lì, inizio a pensare di aver sbagliato giorno…..era su a sistemare l’angolo dei libri!!! 10 minuti per cambiarsi e voliamo in sala prelievi stranamente poco affollata ma piena di persone che avevano voglia di parlare, sembrava ci stessero aspettando. Non so perchè ma mi dirigo subito da un signore di una mezza età a cui chiedo: “Come va stamani?” e lui mi risponde con il sorriso sulle labbra: “MALE,grazie!” Poi inizia lui a chiacchierare e dice che parla con me solo perchè ho il naso rosso, altrimenti non lo avrebbe mai fatto.. Strano sentirselo dire..
Di corsa in Dialisi, subito da Patrizia che stava guardando Patch Adams in dvd, Nuvola inizia a parlarci e io rimango come una mummia ad ascoltarli, è molto bello. Vado a parlare con un signore che ho già visto altre volte, mi racconta dei suoi nipoti. Nell’altra stanza c’è il signor Bruno, un fiume in piena di parole.Saluto veloce a Gino&Gino nell’ultima stanza.
Pediatria stranamente molto affollata di bimbi piccoli, tutti bellissimi e malaticci, per fortuna niente di grave. Parliamo molto con i genitori di un piccolo di un mese e mezzo, lui architetto, lei giuda turistica, tanti genitori giovani già al secondo figlio. Incontriamo anche il nonno di un bimbo di 8 mesi, di una calma straordinaria,che racconta anche una massima brasiliana: “hai un problema? si può risolvere? se no, non ti devi preoccupare. se si, di cosa ti ‘preoccupi??”
Tra una chiacchiera e l’altra arriviamo a fine turno, mi sento un aspirapolvere con il sacchetto pieno. Io e Nuvola barcolliamo verso la macchina, sono molto stanca ma contenta.

Pallina

Feb 6, 2011 | Posted by in Blog | 0 comments

31 Gennaio 2011

Sala prelievi:becco dù hoppie di vecchini simpatici, ma simpatici, ‘un li mollo più, giù a chiacchierare, con uno in particolare, ma tanto. poi una neo-avvocatessa, una mamma di origine albanese, una bambina che non mi dice il suo nome. Accompagno la neo-avvocatessa a farsi prendere il sangue e la distraggo dalla sua pressione bassa. Mai stato così a lungo in sala prelievi. Saluto e mi avvio verso i miei dializzati.

Dialisi:solita chiacchierata di un’ora con Mario(su viaggi, viaggi di nozze, dibattiti politici e ghigliottine dell’Eredità)saluto il vicino che le ultime due volte dormiva + sdraiato del solito, ha la pressione bassa e i crampi a una gamba, parlo un po’ con l’infermiera
racconti di Franco su quando era camionista: vita dura e una volta 2 pattuglie della polizia che lo circondano, mentre dorme nel suo camion, pensando che voglia rapinare quelli che vanno a prendere i soldi del supermercato. Gli occhi tristi del signore tunisino della 3a stanza, che non so come consolare: 2 figli piccoli Ines e Alessandro, la moglie che per fortuna lavora e lui che vorrebbe lavorare per dargli un futuro e invece ‘papà dove vai?’ ‘in ospedale…’ e 10.000 analisi al giorno e mi dice che la vita è uno schifo e io non so che dirgli, parlo un po’ con le infermiere, mi faccio spiegare qualche cosa. Arrivo all’ultima stanza che stanno già staccando, mi sento stanco. Salto la pediatria per questa volta, pesante di storie allegre e meno.

Zuppi

Feb 2, 2011 | Posted by in Blog | 0 comments

24 Gennaio 2011

Sala Dracula: mi butto, tanta chiacchiera: un insegnante simpatico di scienze dell’educazione, tanti teneri vecchietti/e (rughe, lunghe vite alle spalle, profondi dolori) chiedo ad uno se è sposato, mi dice che ha perso moglie e figli, lo guardo, non so che dire, poi i vecchietti intorno fanno conversazione e si cambia argomento

Sala Purification: tanti racconti di vita (bombardamenti, matrimoni, politica) anche dai più taciturni, bello bello.

Sala Marmocchi: due bimbi cicciosissimi con mamme et babbi un altro bel turno.

Zuppi

Feb 2, 2011 | Posted by in Blog | 0 comments
Premium Wordpress Themes by UFO Themes