16 Settembre 2013


Arrivo ore 8e30 armadietti , cambio e via da Gomitolo che prende il caffè.
Sala prelievi : Non molta gente , becco qualche personaggio spigoloso che non mi rende facile l’approccio , poi trovo una signora molto disponibile a parlare e teniamo una bella conversazione.
Psichiatria ( atto 1 )  : Passaggio veloce e saluto ad alcuni ricoverati prima del loro gruppo di incontro, entrando sento in sottofondo una versione al pianoforte di ” Bohemian Rhapsody ” , è L. , uno dei ricoverati , che ha inciso il disco.
Dialisi : In molti sono svegli , e possiamo parlare , nella seconda stanza un uomo nero , affaticato e stanco , cerco un contatto , piano piano , dopo qualche prima risposta pesante riusciamo ad avere una conversazione , si chiama Oumar , senegalese di 40 anni , laureato in Economia ( o qualcosa del genere ) , non può lavorare per via della dialisi che gli porta via tempo e forze. Scambiamo qualche parola in francese , lui c’è stato in Francia , prima dell’ Italia , e dice che qui si sta meglio. Ci salutiamo.
Finito il giro è ancora presto , io ho voglia di tornare in Psichiatria (atto2 ) , Gomitolo deve andare via prima ma ancora è presto sicché andiamo.
Il gruppo sembra essere andato bene , una signora ci parla dei suoi figli , io parlo con L. il musicista , suona il piano e allora mi viene in mente il film ” The Shine ” , anche lui lo ha visto . Poi c’è una ragazza straniera arrivata da poco , molto triste e difficile da gestire in qualche modo riusciamo a parlare anche con lei , è molto confusa .
Mentre Gomitolo parla con la signora io entro nel mondo della musica con L. Mi consiglia un disco dei ” Talkin Heads ” , ” Stop Making sense ” l’ho ascoltato , è favoloso.
Gomitolo intanto va via , io resto ad ascoltare qualche canzone dell’ album inciso da L. e poi lo saluto , ” Allora siamo amici ? ” mi dice prima di andare , ” Certo ” rispondo.
Cinghiale
Set 25, 2013 | Posted by in Blog | 0 comments

21 Settembre 2013


Buongiorno!!
Messer Nuvola mi aveva intimato che se alle 7.30 non ero fuor di casa per farmi “raccattare”(dico io )puntuale si sarebbe attaccato al campanello svegliando  così il mio consorte, marito, coinquilino, superbo cuoco…questo per dire che ero fuori puntualizzima:
Turno che ci ha visti (io ho recuperato conoscenza – .ma Nube di questo non se n’e’ accorto..sono alla simulazione della veglia che sinceramente mi stupisco da me – solo dopo una manciata di minuti dall’essere entrati in sala prelievi……) entrare con Nuvola in Sala prelievi con la manifestazione dell’indivia di Nube per le persone alte….gliel’ho detto a Nuvola un giorno di questi beccherà un babbuccione e così ‘sta storia terminerà…Abbiamo chiacchierato con le persone in attesa come sempre. Ho agganciato una Sig.ra con la quale abbiamo chiacchierato e continuato a guardare il tabellone dei numeri, visto che Nuvola aveva detto che un c’era nessuno e lei aveva trentacinque persone davanti pareva d’aspettare il terno…..la chiacchierata si e’ svolta tutta guardandosi poco in viso, ci sfuggivamo per così dire…..però di cose me ne ha raccontate…E’ una precaria da molti anni, mamma di due figli che sta incoraggiando (hanno diciotto e tredici anni) ad allenarsi all’idea di costruire le proprie aspettative e sogni all’estero. l’avevo placcata mentre stava leggendo…Poi Nuvola e’ venuto a dirle che se la importunavo glielo doveva dire….o qualcos’altro non ricordo…da perfido insomma. Avevamo in precedenza parlato con una Sig.ra anziana che aveva avuto una operazione “sbagliata” e quindi avrebbe dovuto ri-operarsi ed intanto ci raccontava di avere il fratello e cognata che l’aiutavano e sostenevano. L’ultime persone con cui abbiamo conversato erano una coppia di coniugi, lei del New Jersey(N.Y.) e un lui sinceramente pacifico anche perché unne’ riuscito a dirci di dov’era lui….Si e’ parlato di gioco d’azzardo, della nostra Onlus, dei reparti dove siamo presenti…e di come lei non ci avesse trovato in un reparto specifico …

PAUSA – colazione con brioscino – cicchino- e via in psichiatria…. Oggi Nuvola ha portato una tastiera per L., un 45enne con la passione per il piano. L. era proprio contento ed invece ha avuto inizialmente l’intervento di S., che voleva assolutamente suonare da buon elemento di disturbo. Nube in seguito l’ha allontanata invitandola al rispetto dell’occasione creata appositamente per L. Ci ha fatto ascoltare dei brani dei Pink Floyd, Queen e poi i ha fato ascoltare alcuni brani da un suo cd. Oltre a S. che nella saletta della televisione tentava di togliersi lo smalto piangendo, Nuvola l’ha coccolata, io le ho levato lo smalto ed e’ parsa calmarsi un po’. Oltre a loro era presente R. “mica mi piace tanto farmi chiamare R.”, O. che mi ha fatto domande su chi eravamo e mi ha domandato se non sarebbe stato meglio essere più concreti nel dare aiuto alle persone piuttosto che stare a chiacchierare…le ho chiesto se le sembrava poco…dopo 40 minuti e dopo essersi allontanata e’ tornata ridomandando come si fa ad entrare nella Onlus.
Infine son rimasta in terrazza tra un cicchino e l’altro con G. e L. che parlando hanno tirato fuori tante cose della loro vita, veramente molto…G.  mi ha raccontato di un abbozzo di progetto che gli e’ stato proposto  dall’A.S. alle difficoltà della sua vita , del padre e così anche L.
Merci becoup
Arancina
Set 25, 2013 | Posted by in Blog | 0 comments

13 Settembre 2013

Ciao a tutti, cari clown, ecco il report di venerdì scorso! In sala prelievi non ci siamo fermati molto, abbiamo parlato con un’estetista che però, dopo essere stata licenziata aveva cominciato a fare la barista, poi Nuvola ha tirato fuori le foto di Humphrey e quindi siamo passati all’argomento cani, di cui abbiamo parlato con due signori. In psichiatria invece siamo andati prima da una signora che ci ha presi subito in simpatia e insisteva molto per farci una piccola offerta monetaria… che ovviamente non abbiamo accettato, poi ci siamo soffermati molto con un signore che ci ha parlato di tutti i suoi problemi familiari, la separazione con la moglie che ha portato a una relazione difficile con i figli, e poi difficoltà sul lavoro ecc.. tutte cose che hanno portato a un tentativo di suicidio, ma per fortuna ha avuto la forza e il coraggio di fermarsi prima. Siamo anche andati al bar a prendere un caffè con lui, accompagnati anche da Pan. Tornati in psichiatria abbiamo parlato con L., che ci ha fatto ascoltare il suo cd con i brani suonati al pianoforte. Era un cd bellissimo, molto vario, c’erano diversi generi musicali, da Puccini ai Pink Floyd, e alla fine abbiamo stabilito con gli infermieri di portargli, durante i nostri turni, una pianola per suonare. A dialisi siamo andati nella stanza dei Gini, ma dormivano, quindi ho parlato con la sorella di Loretta, che è vegana, abbiamo parlato della caccia, di animali, alimentazione, e dello scandalo valsoya. Nel frattempo Nuvola era andato nell’altra stanza a parlare con la mia mamma, generalmente non vado a parlare con lei, perché non vuole essere “clownizzata” da me, ma stavolta sapevo che c’era aria di dibattito (per via della questione di Raul ePatrizia, mia mamma infatti ha deciso di continuare a aiutarli personalmente, io non sono ancora troppo sicura), e non ho potuto resistere. Ho parlato un po’ con Margherita e poi mi sono unita alla discussione, che è andata avanti finché Nuvola non ha alzato un po’ troppo la voce ed è stato ripreso da una signora che voleva dormire
E con questo si è concluso il turno, ciao a tutti, alla prossima riunione!
Onigiri
Set 19, 2013 | Posted by in Blog | 0 comments

02 Settembre 2013


Carissimi clauni e amici, lunedì scorso ero da solo in turno, è stato un turno abbastanza tranquillo, la sala prelievi non era affollata e la maggioranza delle persone le conoscevo già per cui ci siamo aggiornati vicendevolmente sulle rispettive vite, ferie etc. sono poi passato alla dialisi, ho parlato con diverse persone, bruno che non stava tanto bene ultimamente si sta riprendendo piano piano e migliora sia nel fisico che nello spirito, i Gini ancora non sono riuscito a salutarli da quando sono tornato dalle ferie perché dormono sempre, la prossima volta però li sveglio per salutarli, per adesso ho mandato i miei saluti tramite l’infermiere di stanza. Sono poi passato in direzione sanitaria per vedere di organizzare la prima donazione di quadri dei miei suoceri all’ospedale e ci siamo organizzati per andare a vederli, sono felice possano andare all’ospedale dove tanta gente ha sempre bisogno di essere incoraggiata, qualche bel quadro può sempre rasserenare lo spirito. Siccome era già tardi in psichiatria sono passato solo per poco tempo perché stavano già a pranzo e non volevo dare fastidio, saluti a tutti voi.
Nuvola
Set 5, 2013 | Posted by in Blog | 0 comments

30 Agosto 2013


CIAO a tutti!! Oggi  è stata una giornata come al solito molto positiva per me. In sala Prelievi ci sono molte persone simpatiche tre cui una coppia di anziani, una coppia con un bambino di un mese e altre signore e signori, siamo andati anche a salutare le persone all’interno delle sale.. Si parlava di libri, film interessanti come il novecento, il miglio verde ecc.
In sala dialisi ho familiarizzato con una ragazza che si trovava accanto a Patrizia che giocava ad un gioco al cellulare, oltre che con il signore della sala di Bruno con cui si parlava di vacanze e le terme.
In Psichiatria ho interagito con alcune signore, e  con i figli di una paziente che soffre di depressione. Un ragazzo che era là da un mese lo avevo incontrato già una volta alla fermata dell’autobus. 
Dopo andiamo allo scambio di copia e vediamo che c’era qualche gente li ad aspettare, io mi metto a parlare con una ragazza che conosco perché abbiamo fatto un progetto del comune  insieme.
La  nonna di questa ragazza era caduta dalle scale e aveva dei lividi numerosi su tutto un lato soprattutto sulla testa  inoltre si era rotto un braccio.  Uscita vado ad aspettare il tram e casualmente comincio una conversazione con una signora  e mentre le parlo le ho detto del motivo per cui ero andata all’ospedale e quando le spiego cosa facciamo li è interessata e mi ha chiesto se può entrare nel nostro gruppo quindi le ho lasciato i miei contatti. E’ una signora molto socievole e ha detto che ha avuto esperienza di ospedali. 
Vi auguro un buon lavoro per i prossimi turni!!!
Bacioni
Fragola
Set 5, 2013 | Posted by in Blog | 0 comments

26 Agosto 2013


Oggi dopo tanto mi ritrovo a far un turno con la Dottoressa Gomitolo. Quindi nasi alla mano…anzi nasi al naso e ci immergiamo in una sala prelievi bella pienotta…Scambiamo due chiacchiere con qualche signora e ne aiutiamo una che per colpa di una telefonata, arrivata nel momento sbagliato, ha fatto tardi e non sapeva come prender il numero per il prelievo! Ma ci siam riusciti!
Voliamo in psichiatria…. Troviamo bene o male tutto tranquillo… anche se qualcuno si lamentava prima perchè aveva perso la schedina… ed una volta ritrovata per averla persa con i risultati! Ci sediamo e ci mettiamo a parlare con il “dottore”… Mi perdo io a questo giro nelle sue parole, nelle storie e nei mille cognomi dei suoi colleghi di lavoro… Dobbiamo andare… salutiamo e scendiamo in dialisi. Molti dormono… un saluto a Patrizia che guardava un film di Totò… Scendiamo giù…un saluto veloce e via verso casa.

Dottor Pan

Set 5, 2013 | Posted by in Blog | 0 comments

20 Agosto 2013



Oggi ho fatto il turno insieme alla Dott.ssa Gomitolo. Abbiamo iniziato il turno dalla saltando la sala prelievi dove non era presente nessuno dovuto sicuramente al periodo di fine Agosto. Dopo siamo andati in Psichiatria dove abbiamo portato il bustone di vestiti raccolti per il reparto come richiesto dalle infermiere. Abbiamo trovato un’atmosfera abbastanza tranquilla poiché il paziente più agitato lo hanno trasferito, non per questo abbiamo trovato pazienti in grosse difficoltà psichiche. Non ricordi i nomi delle persone in cura ma non ce n’erano molte sveglie. Un paziente attendeva il colloquio con il dottore per lasciare il reparto. Era un falegname che purtroppo per la crisi economica, aveva tentato il suicidio poiché la sua azienda non stava passando un bel momento. Abbiamo cercato di parlare con tutti i pazienti, ma non è assolutamente facile catturare la loro attenzione o farli abituare alla nostra presenza. Ci siamo intrattenuti di più con un ragazzo che volontariamente voleva fare il colloquio con il dottore poiché sentiva che c’era qualcosa in lui che non andava, o almeno non capiva perché nonostante il suo recente trascorso in carcere continuava a far casino per la città con il motorino e a fare il teppista, e lo raccontava e rideva e poi si faceva improvvisamente serio e arrabbiato perché si rendeva conto che tutto ciò che aveva fatto non andava bene per lui e non capiva perché continuava a farlo.
Lasciato il reparto, siamo andati nel reparto di dialisi ma tutti dormivano e quindi abbiamo concluso il nostro turno. 
Un abbraccio a tutti
Dott. Lucio Lupo

Set 5, 2013 | Posted by in Blog | 0 comments

05 Agosto 2013


Lunedì ho fatto il turno accompagnando in ospedale per la sua prima volta Sebastiano, devo dire che a me sembra andato bene, a parte in sala prelievi che la gente si lamentava che si aspettava troppo tempo e non volevano capire che a volte se c’è tanta gente non si può farli tutti in mezz’ora. Sebastiano è bravo, ha interagito con diverse persone, abbiamo fatto la psichiatria che non era pienissima per fortuna e le persone ricoverate stavano abbastanza bene nonostante tutto, nel frattempo ho letto le lettere che ha lasciato quel paziente di cui parlava Onigiri nello scorso report e ho scoperto che non sono lettere ma poesie accompagnate dal racconto del suo ricovero coatto in psichiatria, le poesie sono poesie d’amore e sono anche belle, la cosa buffa è che su ognuna ha scritto che chi la prende e la porta via deve fare una fotocopia da lasciare in ospedale allo scambio di copia nel cassetto delle poesie e così ieri ho fatto le fotocopie e le porterò in ospedale al mio prossimo turno. In dialisi abbiamo parlato con diverse persone, c’era Patrizia tornata da poco dalle ferie bella rilassata e riposata, Claudia lo stesso, sta sempre meglio e sono felice di questo, Bruno invece ha tanti dolori alla schiena e lo stanno buttando un poco giù, spero che a breve riesca a risolvere questa cosa, Gino era in ferie a Campobasso e spero che faccia le ferie invece di mettersi a lavorare anche là come fa spesso e volentieri per il gran diletto di sua moglie che un lo vede mai tranquillo a riposarsi, tornerà presto però con una bella scorta di carne di maiale di sicuro. Io partirò per le ferie domenica, ci risentiamo a fine agosto, un abbraccio
Nuvola
Set 5, 2013 | Posted by in Blog | 0 comments

03 Agosto 2013



Ciao a tutti, ecco il report di sabato scorso

Alle 8 e mezzo mi trovo agli armadietti con Nuvola, con tanto di naso nuovo di zecca, e colori per il nuovo look clauno, baffi celesti e barba bianca (ancora in via sperimentale). Decidiamo di saltare la sala prelievi, visto che Nuvola èstanco e nel pomeriggio ha un matrimonio; la sala non è molto popolata quindi mi va bene, e cominciamo subito dalla psichiatria. Devo ammettere che ero nonpoco agitata per il mio primo turno in psichiatria, influenzata da tutti quei film thriller psicologici che tanto amo, ambientati negli ospedali psichiatrici ecc.. invece è un reparto molto tranquillo e agevole, così come i pazienti (che erano solo sette o otto). L’importante è parlare tranquillamente, e si può benissimo avere un dialogo normale con (quasi) tutti i pazienti di psichiatria.Purtroppo ce n’è uno con cui proprio non si riesce a comunicare (so che non posso fare nomi, ma penso abbiate capito), e infatti anche gli infermieri hannodetto che continuare a farlo stare lì è praticamente inutile. Per il resto abbiamo parlato molto con una bella signora, ex professoressa di lettere, moltoacculturata, abbiamo parlato di letture, scrittori e cinema. Uscendo ci siamo messi a parlare con una signora che vende mappamondi (e Nuvola ci ha narrato dei suoi quattro anni alla ricerca di un mappamondo di legno da sbattere in terra per richiamare l’attenzione della gente durante i suoi spettacoli), fatto sta che parlando di noi, del nostro credo, e della vita in ospedale, siamoriusciti a farla emozionare, e si è mostrata molto interessata alla nostra associazione. Prima di andare a dialisi siamo passati dallo scambio libri, e inun cassetto abbiamo trovato delle lettere da parte di un signore che era ricoverato in psichiatria. Sono diverse lettere e difficili da “decifrare”, siaper l’ortografia che per il contenuto, ma so che Nuvola ci sta lavorando e ci farà sapere. Comunque sia è stata una sorpresa particolare, e io so per certoche è qualcosa di molto importante. Poi durante il turno abbiamo fatto diverse soste fuori sulle panchine, a parlare con chi trovavamo lì, così, perchéeravamo molto in modalità cazzeggio.

Comunque è stato un bel turno, e un bellissimo compleanno ^_^

Onigiri.
Set 5, 2013 | Posted by in Blog | 0 comments
Premium Wordpress Themes by UFO Themes