23 Settembre 2017

7..30 inizia la giornata. Arrivato alle 8.40 in ospedale trovo Caramella che aveva già sistemato tutto il giardino, non mi poteva aspettare?! No scherzo MEA CULPA avevamo fissato per farlo insieme ma ho fatto tardi io e dovevamo iniziare il turno. Una sala prelievi che piacevolmente di ferma davanti gli occhi di Asia ed Aurora, sorelline in attesa del prelievo del loro babbo. Dopo un iniziale timidezza il Gran Varietà di Pan e Caramella si perde tra funambolici giochi di magia, letture del pensiero, fantastici palloncini colorati scoppiettanti, fiori di plastica e spade di lattice, i sorrisi che fanno da applauso ad ogni magia riuscita e lo stupore che prende le vesti di una ola. Ma eccoci che sul gran finale insieme a noi abbiamo David!!! Nominato Cavaliere della Pace, lo vestiamo come è giusto per un samurai, cavaliere, mago, guerriero della pace ed eccolo: elmo bianco e rosso, spada chiudi-ferite rossa e cintura nera. Due baci a Caramella e un Cinque a me e saliamo in dialisi… Piano piano entriamo in reparto…tanto silenzio, molti dormono. Troviamo un Beppe un poco giù di morale, scambiamo due parole con pochi amici dializzanti. Purtroppo e per fortuna stiamo poco in dialisi. La psichiatria inizia con una richiesta di voler star sola da parte di una signora, andiamo avanti. Troviamo D. meccanico, agricoltore, amante dei motori e della buona musica…ed è lì che si perdono i nostri discorsi. Peperoncini, Enduro…trattori e santi, ascoltiamo Rino Gaetano “Aida… come sei bella”. Dietro di me Caramella suona e canta con le sue tre amiche. Ma ad un tratto arriva R. e mi canta una canzone Reginella… T’aggio voluto bene a te! Tu mm’hê vuluto bene a me! Mo nun c’amammo cchiù, ma ê vvote tu, distrattamente, pienze a me… E’ un cantante neomelodico…di famiglia…e li partiamo con Pino Daniele, Napoli, la Costiera Napoletana…ne parla come si parla della persona che si ama…perso con gli occhi a guardare altrove…forse era lì mentre mi parlava di Napoli, la sua Napoli. D. mi spiega di quanto sia inutile sviare i problemi prendendo scorciatoie, tanto alla fine delle scorciatoie si trova sempre muri, quindi, è bene far ognuno la propria strada ed affrontare i propri problemi.” Arriva il pranzo, e con lui che arriva, noi salutiamo e andiamo via, con l’augurio di “non rivedersi”.

Ed io oggi torno a casa nuovamente con 4 zampe insieme a me…

Caramella dolce compagna di avventure…grazie!

 

Pan

Ott 25, 2017 | Posted by in Blog | 0 comments

Add Your Comment

Your email address will not be published.

Premium Wordpress Themes by UFO Themes