28 Novembre 2018

Pubblicato da Claudia Brunori il

Quello di oggi è stato un turno un po’ corto ma ricco comunque di soddisfazioni….
 Si inizia in maniera comica davanti agli armadietti al momento di preparare i D. V. D da regalare ci accorgiamo che sopra c è il prezzo da togliere… Allora via di cancellino….
Siamo pronte… Si parte.
Troviamo subito un bambino mentre stiamo salendo agli ambulatori del primo piano e subito iniziamo a scherzarci, mentre sono lì rivolta al bambino e alla sua mamma mi sento posare la mano sulla spalla in maniera molto carezzevole e subito vedo un signore che senza dire nulla mi sorride….. Ecco  è stato come avvolgermi in un caldo plade….
Torno con lo sguardo dal bambino e la meraviglia disegnata sul suo volto guardando il D. V. D la  diceva lunga….
Saliamo agli ambulatori e cerchiamo prima bambini, ne troviamo due e tra una battuta e un sorriso diciamo che non passiamo inosservate….
Percorriamo il corridoio salutando tutti e fermandoci a parlare con più di qualcuno. É la volta di pediatria. Andiamo dalla caposala a chiedere informazioni sui ricoverati e a lasciarle un po’ di D. V. D;quasi davanti alla sua porta nel corridoio troviamo un bimbo con la mamma, un po’ vergognoso ma che comunque accetta molto volentieri il regalo. Nel reparto ci sono due bambini con virus di gastroenterite e li salutiamo velocemente anche se Gomitolo entra ugualmente per consegnare loro il regalino. Nella stanza accanto altri  due bambini che vedendoci rimangono molto colpiti, positivamente, ci regalano sorrisi e con i nonni e le mamme passiamo un po’ di tempo a parlare di cartoni animati. Salutiamo tutti e ci rechiamo in dialisi, qui come al solito c’è chi dorme, chi fa finta, chi non si sente bene e noi ci fermiamo dai soliti “tipi”, I mitici. Parliamo e scherziamo con loro B., il quale chiede a Gomitolo notizie di Nuvola, mentre A.  ci racconta che a breve sua moglie sarà operata…. E tra mille paure e mille parole di incoraggiamento arriviamo ai saluti….. Scambiamo quattro parole con l’infermiera T.   e usciamo. In psichiatria non è il caso di entrare stamani e allora lentamente ci dirigiamo agli armadietti…. Turno breve ma vedere lo stupore e la contentezza nei volti dei bambini nel vedersi regalare qualcosa di inaspettato è stato tanto, appagante e apprezzato. Sono molto felice.

Grazie di cuore a Gomitolo.
Un abbraccio a tutti
Birichina

Categorie: Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *