29 settembre 2007 in ritardo …

Pubblicato da Radic il

SCUSATEEEEEEEEEEEEEE
Cari Clownini Clowoni Clownetti, CIAOOOOOOOO
Non so quali siano le parole giuste per scusarmi x il MEGARITARDO di questo report…
Sabato 29 Settembre io e Formaggino DANZANTIIIIIIII…danzanti, perché Formaggino aveva portato con se la “Ricicletta” , costruita da lui… davvero… si andava a giro con questa specie di mezzo carrellino, mezza sedia rotelle, che poi non è nessuno dei due.. una radio da auto, 2 casse, un pila da 12V, tanta genialità e colore, con tanta musica di tutte le parti del mondo… mitico Formagginoooooooooo!!!!!!!!
Entriamo nell’ospedale con questa musichino di sottofondo, e credetemi aveva un effetto quasi magico… era come sentire le note musicali (do, re, mi, fa, sol, la, siiiiiiiii) che ad una ad una ti entravano dentro, quasi a farti il solletico, anche le persone intorno a noi si sono dimostrati divertiti a vedere e sentire la genialità e il ritmo!
Ci siamo subito fermati a piano terra, in sala d’attesa per i prelievi d sangue, come vi potete immaginare era piena, era piena di volti stufati, stanchi e tristi, chi per un motivo e chi per un altro… Allora abbiamo subito cercato di rompere il ghiaccio, salutando di qua e di là e cercando di instaurare un dialogo. La “Comicità” di questa sala ( !!notare le virgolette!! ) sta proprio nel vedere tutte le persone con gli occhi fissati in alto in un unico punto, che se vi dicessi che questo punto ha una dimensione di soli 20×20 cm, quindi piccolissimo in confronto a tutta quella sala, forse ci arrivate a capire cosa intendo… ma ironicamente e in fin dei conti realmente è la stessa cosa che fa il 80% delle persone (noi compresi) tutte le volte che si tratta di fare delle analisi: aspettare che esca il numero del proprio turno sullo schermino digitale affisso in alto! Quindi Formaggino ed io cercavamo di sdrammatizzare, e volevamo sapere che film stavano guardando…hihihi… e se erano al primo tempo o al secondo! In seguito abbiamo notato una bambina di 8 anni circa che aspettava il suo turno x entrare a fare il prelievo di sangue e tampone. La bambina era accompagnata dai genitori, all’inizio la madre era un po’ distaccata, ma in seguito si è sciolta! Formaggino le ha subito fatto un palloncino, mentre io le ho regalato un caramellino. La bambina aveva un po’ di febbriciattola, ma più che altro non è che fosse felice all’idea del prelievo… quindi abbiamo aspettato con lei, e in seguito, dopo aver preso il permesso in primis alla bambine e ai suoi genitori, poi alle infermiere , siamo entrati tutti insieme nella stanzina x il prelievo! La piccola era un po’ impaurita, formaggino cercava di farla viaggiare nel mondo della fantasia, e quindi la sedia ( quella classica da dentista!) era diventato lo sdraio della spiaggia, la panoramica del verde che si vedeva dalla finestra, invece,era il mare azzurro, e la lampada accesa sopra il nostro capo, x me poteva starci come il sole picchiante d’agosto!!!! Io invece mi sono sentita un po’ impotente, non sapevo cosa fare, cosa dire, come dire, quando dire… poi in effetti eravamo in tanti che circondavamo la piccola, i suoi 2 genitori, l’infermiera, Formaggino e io,che le ero dietro!
Finito tutto,siamo stati tutti insieme a fare colazione al bar, già la piccola stava meglio, giustamente era più loquace, tutta questa crescita in arco di 30 minuti era magnifica… quello che voglio dire è che la piccola a poco a poco ci ha studiati, e a piccole dosi ci ha dato la fiducia che ci meritavamo, fino ad arrivare ai saluti che sono stati dei teneri piccoli bacetti sulle nostre guanciotte.

Erano quasi le 10.00, quando siamo saliti in pediatria, dove la novità della musica viaggiante ha veramente colpito tutti. Un iniziale breve incontro con un piccolo eroe, di nome Guido, che stava giocando con la mamma nel salottino subito dopo l’entrata. Dopo avere attaccato il nuovo calendario di Ottobre, siamo passati nella stanza di Guido, ed era nel letto con la mamma, allora cominciando un po’ con il libro dei 3 Porcellini, un po’ con la sua collezione dei mostriciattoli messi tutti in fila sul davanzalino sopra il letto, ci siamo fatti conoscere, e gli siamo rimasti simpatici. Poi Formaggino ha tirato fuori l’arma preferita, la spada palloncino, che lo ha regalato a Guido, poi mi ha incaricata a far le bolle d sapone, e viaaaaaaaaa, il nostro piccolo eroe si divertiva da matti a scoppiare tutte quelle bolle!!! Poi è arrivato anche il babbo d Guido, che sembrava contento della bella atmosfera che si era creata nella stanza del piccolo. Poi abbiamo lasciato le bolle alla mamma, e intanto siamo andati a finire il giro delle visite. Siamo stati a trovare dei Neonati, che Formaggino già conosceva… Le mamme erano rilassatissime e felici nel vederci arrivare, tanto che ci hanno chiesto di fare la foto con i loro piccoletti. E’ stato ganzo! In quella stanza c’era un atmosfera bellissima, tra le due mamme c’era una disponibilità e serenità particolarmente carina!

Poi siamo passati alla Sala d’attesa x le visite, c’era una giovane coppia con la loro mimma che dormiva beatamente. Abbiamo chiacchierato un po’, e come sempre le parole sagge d Formaggino da Buon papà,sono state confortanti ed utili!

Per finire siamo ripassati da Guido, c siamo ripresi le nostre bolle di sapone, abbiamo salutato e via verso altre mete!

Purtroppo non c’era più altro, quindi abbiamo salutato tutti e siamo venuti via. Così è finita la mattinata del 29 settembre 2007!

Amici vi chiedo ancora scusa x il MEGAritardo d questo report… 1 abbraccio.

Pasticcina

(*) A proposito, ho appena letto il report di Sepi – Fragolina e l’ho trovato commovente. Grazie, Fra’, m’hai profumato la giornata!

Categorie: Blog