29 settembre 2018

Come sempre è un piacere fare il turno con Arancina e un onore per le sue opinioni.
Bel turno!

Grazie mille,
Dora

Sono arrivata prima dell’orario stabilito.
S’inizia in allegria!!!!
Finito di prepararci un caldo caffe’ e subito in pediatria.
Incontriamo M. dodicenne alla quale hanno fatto l’appendicectomia già in
piedi col papà che manifesta la sindrome delle galline mugellesi, non dimostra l’età che ha.. abbiamo giocato con gli indovinelli preziosissimi di Dora, oltre a scambiare due chiacchiere.
Allorché M. ci introduce nella stanza dove è alloggiata abbiamo occasione di incontrare due sedicenni , un ragazzo ed una ragazza ricoverati per diversi motivi, accompagnati dalle madri.
Dora, che ha sempre una risorsa pronta coglie l’occasione di trascinarli, spontaneamente a parlare di musica e nello specifico di un gruppo che rifá sigle di cartoni animati.
Il clima si fa’ leggero e allegro e al momento di lasciarli ci salutano tutti , anche i genitori sorridenti.
Quando passiamo nei corridoi, vorrei sottolineare che usualmente
agganciamo anche chi è in attesa in altri ambiti, è sempre un’occasione preziosa. I magici indovinelli di Dora funzionano molto bene.

In dialisi salutiamo R. che comunque e’ contento di condividere che la sua dialisi dura adesso per un lasso di tempo minore anche se lo stanca ugualmente. Ci parla della sua famiglia e di matrimoni voluti e non.
Riusciamo a far chiacchierare un pochino C. che e’ giovanissimo e che ha
giá tentato un trapianto che dopo cinque anni ha manifestato problemi.
Ha grandi scopi da realizzare e li condivide. E’ sempre emozionante
quando a condividere ė una persona giovanissima che col sorriso ci parla
di sé e delle grosse difficoltà che ha giá affrontato.

In psichiatria non si può andare stamani, R. non sta bene….” non ci e’
possibile” ci riferisce l’infermiera rispondendo al nostro suonare.
D’accordo con Dora si va ai cup.
Qui le persone sono un po’ in tensione, sia perché devono ricevere responsi su interventi già effettuati sia per il lungo periodo di attesa.
Ci sediamo e iniziamo a utilizzare gli indovinelli.
Una signora, molto pronta, risponde rapidamente anche quando a rispondere
dovevano farlo due signore che erano appena uscite da un ambulatorio.
Di lì nascono una serie di battute e scopriamo che la coppia alla quale
siamo sedute accanto, lui , é in attesa di un responso piuttosto importante.
Ciclicamente dall’ambulatorio di fronte a noi , durante l’attesa, e’
spesso uscita un’infermiera che chiedeva, con numeri altalenanti a dir il
vero, chi c’era e all’improvviso ha chiesto anche a noi che ci
facevamo…ho risposto che eravamo con loro, la coppia…
Ripassando a salutare nella mattinata dal bar abbiamo dato l’avvio ad
una occasione di trovarsi con le bariste e, chissà noi tutti clauni per
una serata a ballare……eh???!!!!!!
Un buon turno!!!!
Grazie Dora!!!!

Arancina

Set 3, 2018 | Posted by in Blog | 0 comments

Add Your Comment

Your email address will not be published.

Premium Wordpress Themes by UFO Themes