26 Novembre 2011

Pubblicato da Radic il

Turno tranquillo, ma stranamente al termine ero fisicamente stanca. Iniziamo con Nuvola dalla sala prelievi: ci dividiamo e quasi in punta di piedi iniziamo a parlare. Io mi fermo con una giovane coppia che subito mi chiede: ma i clauni non vanno dai bambini??? è l’occasione per spiegare il nostro spirito e la reazione è positiva quasi un “oh finalmente qualcuno che si occupa anche degli adulti !!!” e questa stessa domanda mi viene rivolta anche da un’altra coppia non giovanissima ma molto interessata a raccontare un po’ della vita di coppia e della diversità caratteriale che è il collante della loro unione.
Passiamo in dialisi e Nuvola mi ricorda di interagire con le infermiere. Prima stanza missione facile trovo Barbara, sfondo un portone aperto, ma è soprattutto Nuvola a parlare e dire che oggi non aveva molta energia !!!!!! Nella seconda stanza conosco Flavio. Lo ascolto raccontarmi dei suoi bellissimi viaggi: Canada, Messico, Polinesia, Africa, India … ed io che ho viaggiato molto poco, mi faccio un tour gratis con la fantasia. Ora quel mondo è lontano, in tre mesi tutto è cambiato radicalmente: setticemia, impossibilità a camminare, dialisi; vedo però nei suoi occhi gratitudine di tutta quell’esperienza di vita. Ritrovo poi “vecchi” amici, Franco, Eleonora sempre positiva e dolcissima. Ultima tappa pediatria (è cambiato l’accesso, si deve prendere il corridoio a sinistra e salire al secondo piano !!!!!!!) e troviamo un ragazzo e una ragazza, tutti e due in attesa di essere operati di appendicite e quindi digiuni ….. così i “bastardi” si risvegliano e con Nuvola cominciamo a parlare di cibo, di panini con Nutella ecc. Fra un sorriso e una battuta e un racconto interessantissimo di Nuvola di come sono nati i clauni finiamo il turno.

Pituffo


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *