07 Novembre 2011

Pubblicato da Radic il

Carissimi clauni e amici, ieri mattina è stato un turno parecchio strano, io ero un poco nervosetto per tutta la situazione che si è venuta a creare ultimamente e fare il turno ieri è stato difficile, ma come sempre è stata una bella esperienza, ho trovato tante persone con cui parlare di cose molto importanti e abbiamo toccato temi parecchio difficili e stranamente in linea con tutto ciò che avevo bisogno di approfondire per la mia vita personale per cui diciamo che ieri clown terapia l’hanno fatta i pazienti a me, o meglio…normalmente ce la facciamo reciprocamente, stavolta un poco più loro a me. Devo inoltre ringraziare Pallina che mi è stata vicino per tante ore, mi ha fatto parlare, mi ha consigliato e mi ha alleggerito l’umore in maniera splendida, lascio adesso la parla a lei, buona giornata.

Nuvola

Turno doppio stamani… Arrivo stranamente puntuale, trovo Nuvola agli armadietti, con piacere vedo subito il fortunatissimo armadietto porta libri riesumato da non so quale corridoio buio dell’ospedale.. Voliamo in sala prelievi, mi fermo subito a parlare con una signora che mi fa i complimenti per il camice, vuole che stia lì con lei, parliamo della triste situazione dell’Italia di oggi, sia della politica che delle tragedie del maltempo, mi mostra quanto è brava con le parole crociate… Non sentendo il solito casino di Nuvola tra la gente di sala prelievi vado a cercarlo e lo trovo sulle ultime seggioline accanto ad una signora, parla piano piano, fitto fitto… capisco che è una cosa seria.. Mi avvicino, la signora splendida parla delle sue strane malattie, quelle più impensabili…. dice però che non è mai capace di ritagliare tempo per sè… Andiamo poi in dialisi: discorsi di etimologia con Gino & Gino, sempre pronti a battibeccare tra loro, una saluto al mitico Bruno, dializzato che fa servizio a Lourdes per “aiutare i malati”… troppo forte! una chiacchierata con Patrizia, che spero di rivedere domenica alla riunione.. Pausa al bar, decidiamo di trattenerci un po’ più a lungo per andare a salutare Valerio, quel signore che siamo andati a trovare improvvisando un intervento la sera del suo compleanno.. Via in pediatria, troviamo subito una mamma giovane parecchio stressata, preoccupata della pasticca della pressione ingerita dal suo piccolo, Nuvola ci parla a lungo, io rimango inebetita ad ascoltarlo… durante la “pausa pranzo” incontriamo un uomo su una 50ina in carrozzina,che vedendoci, da lontano ci chiama e dice che dovremmo andare anche nel suo di reparti, perchè anche lui ha bisogno… Psichiatrico con situazione abbastanza critica, credo.. mi si stringe lo stomaco, ancora una volta rimango lì vicino a lui e Nuvola, senza essere capace di spiccicare parola… Incontriamo poi i due ragazzi che hanno la mamma in rianimazione… che belle persone! Due fratelli davvero bravi, buoni d’animo, sanno vedere la luce nel buio… Infine andiamo in dialisi di nuovo, questa volta troviamo il turno del pomeriggio, ci dirigiamo da Valerio, visita veloce, ma lui è stato molto molto contento di averci visto, ci ringrazia della visita, ci saluta con il sorriso.. Stanchi stravolti ci avviamo agli armadietti, senza sapere neanche dove stiamo andando, ore 15:40… Come sempre distrutta ma felice. Grazie Nuvola, grazie a tutti voi clauni.

Pallina


0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *