08 Gennaio 2011

Pubblicato da Radic il

E così anche Spadino è arrivato al suo primo turno, devo dire onestamente che in sala prelievi è stato molto sciolto da subito, il fatto ci fossero poche persone secondo me a volte è anche peggiore di quando è pieno, il vuoto può essere imbarazzante ma Spadino è partito bene davvero, abbiamo poi fatto la dialisi e la pediatria, faccio raccontare il tutto direttamente a lui, questo piccolo incipit solo per dire che ogni persona che ho l’onore di accompagnare al suo primo turno mi lascia davvero tanto, tanta convinzione che ne vale davvero la pena, tanta gioia di poter portare qualcuno con me in questo modo strano di rapportarsi agli altri e tanta freschezza che ognuno di voi mi trasmette sempre, grazie a tutti voi di cuore e buona lettura.

Nuvola

Ieri è stato il mio primo turno. Devo dire che ieri mattina prima che arrivasse Nuvola ero un pò confuso e agitato c’era un parte di me che aveva una voglia immensa di regalare sorrisi l’altra parte invece aveva il terrore e la paranoia di una cosa completamente nuova. Incominciamo in sala prelievi, quasi completamente vuota, abbiamo interagito con quelle persone che erano in sala d’aspetto, erano molto disponibili e contente di vederci, siamo entrati dentro la sala prelievi dove le infermiere ci hanno acccolto benissimo, soprattutto una, che non ricordo il nome, ci raccontava il suo amore per gli animali. Poi c’erano dei ragazzi giovanissimi dove Nuvola ha scambiato delle battute divertenti con loro. Poi ci dirigiamo in dialisi, e qui la situazione e l’ambiente sono totalmente diversi. Ho conosciuto persone straordinarie, che ho impresse nel mio cuore, come Mario, l’amore incondizionato che ha per i suoi cani, mi ha emozionato il raccconto del suo primo cane,Caronte,che lo ha seppellito dentro un tomba vera e con tutte le decorazioni, per non parlare di Franco, senza un gamba, che parlava delle sue battute sulle donne, oppure di una signora, che non mi ricordo il nome, che era orgogliosa del suo orto e in particolare delle sue zucche gialle, io parlavo poco, ma osservavo Nuvola che riusciva a rincuorare ogni singola persona. Poi andiamo in pedatria dove la gioia dei genitori per la nascita del loro bambino è immensa. Parliamo con loro delle loro gioie, poi abbiamo incontrato una coppia con il bambino di appena 1g, più il fratellino di circa 5 anni dove Nuvola gli ha regalato un palloncino e gli ha fatto un giochino, vi farei vedere gli occhi splendenti di questo bambino alla vista del gioco. Ho incontrato tante persone tra le più diverse, tutte di un’umanità straordinaria, ne sono uscito arricchito, e con più forza di amare. E’ stato un giorno speciale che ricorderò per sempre. Questo grazie a Nuvola che mi ha fatto conoscere questa attivita’ e grazie anche a tutti voi che per la maggior parte non conosco ma che ho voglia di conoscere al più presto.
Un abbraccio a tutti

Spadino


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *