22 Dicembre 2007

Pubblicato da Radic il

Ecco a voi il report della Dott.ssa Rimba che (degna del suo nome) è quasi svenuta durante il suo primo turno in ospedale….Ma procediamo per gradi…
Mi sveglio alle sette piena di carica (strano visto che ho dormito 5 ore..) e indosso la mia nuova divisa da clown. Partendo di casa alle 7 e 45 dovrei arrivare,più o meno,alle8 e 15al parcheggio dell’ospedale…odio arrivare in ritardo,quindi cerco sempre di arrivare in anticipo! purtroppo,però,non ho considerato che l’esodo natalizio cominciava proprio ieri mattina…arrivo al parcheggio alle 8 e 45 (stendiamo un velo pietoso:)) dove trovo Nuvola.sono talmente rimbambita (…) da quell’ora passata dentro la macchina,che non riesco a realizzare che sto per vivere la mia prima esperienza clownesca…meglio così,mi sono lasciata alle spalle la “paura” che avevo per questa mattinata…cominciamo a prepararci per entrare e, appena dentro all’ospedale, troviamo un bimbo con i genitori, ci fermiamo e scambiamo due chiacchiere…ho tirato fuori le bolle di sapone e al bambino si sono subito illuminati gli occhi!!!è bellissimo vedere che i bimbi si divertono con così poco!!!scappiamo subito in pediatria dove incontriamo due o tre infermiere molto gentili che ci salutano… è tutto abbastanza deserto..troviamo un neo papà ed una neo mamma che tre giorni fa ha subìto un parto cesareo dal quale sono nati due gemellini,un maschietto che stava bene, e una femminuccia che, siccome è nata troppo piccola, era nell’incubatrice…abbiamo parlato con i due genitori che,tutto sommato,erano abbastanza tranquilli….la gioia provata per la nascita dei gemellini prevaleva su tutto!!ad un certo punto arriva un bambino di 10 anni,di nome Pietro se non ricordo male,con la nonna e la mamma…Nuvola comincia a scherzare con lui mentre io rimango a guardare e ridere come una scema!!non sono riuscita a dire nulla,non so perchè…insomma,Nuvola ha fatto qualche gioco di prestigio,dopo di che,entriamo in una stanza dove troviamo un ragazzino di 14 anni,Alessio,che è stato operato alla gamba in seguito ad una frattura alla tibia e al perone..chissà che dolore!!! insomma…gli hanno messo,per fermargli la frattura, un aggeggio di metallo sulla gamba che non faceva molta impressione visto che sembrava appoggiato lì sopra…ma quando ho realizzato che stava un po’ dentro e un po’ fuori…ho cominciato a sentirmi male…non ridete!!!io non sono un quasi dottorecome voi!!!:ho detto a nuvola che uscivo un attimo…mi sono messa a sedere e ho aspettato che passasse…sono rientrata dopo 2 minuti sperando di reggere,ma ho ricominciato a stare male…sono uscita d nuovo ed ho incontrato altri due neo genitori con Riccardo,un bellissimo frugoletto di appena 10 giorni. ho cominciato a parlare un po’ con loro cercando di reprimere il mio malessere,ma per la seconda volta non ci sono riuscita…mi sono seduta e la mamma di Riccardo è andata a chiamare Nuvola che è arrivato subito. è stato molto gentile,soprattutto perchè mi ha consolato..in quel momento mi sono sentita in colpa per non essere riuscita a sostenere la situazione ma lui mi ha ricordato che sono cose che succedono,soprattutto a chi non è abituato!insomma,appena mi sono ripresa,Nuvola è tornato da Alessio,mentre io mi sono trattenuta (fuori) con la sua mamma…dopo averli salutati e dopo essermi scusata sia con Alessio che con i suoi genitori,abbiamo augurato buon Natale e siamo partiti alla volta della sala prelievi…qui,io e Nuvola,ci siamo divisi, tant’è che ad un certo punto non so dove fosse finito…non sentivo più la sua voce nemmeno in lontananza…mah!!!ho incontrato Sofia,una bambina dolcissima che appena ha visto il mio (in realtà di Nuvola) naso rosso,mi ha piantato un sorrisone al quale non ho saputo resistere!abbiamo cominciato a giocare,prima con le bolle di sapone,poi con un piccolo canestro più pallina che avevo con me…ci siamo divertite un casino!!ho parlato anche un po’ con i nonni che sono stati davvero molto carini! intanto è ricomparso Nuvola che scherzava con i pazienti causando l’ilarità generale!!
ci siamo quindi incamminati verso la dialisi…ho cominciato ad avere un po’ di paura..relazionarsi con i bambini è relativamente semplice,si accontentano di cose semplici,ma parlare con adulti, anziani….la cosa si complica, diventa più delicata….non ho avuto altri svenimenti…però ero veramente tanto in imbarazzo!
Ho cercato di vincerlo,mi avvicinavo ai letti presentandomi,visto che ero “nuova del mestiere”, e cercando di instaurare una conversazione….mi ha colpito molto Bruna,una anziana signora,che, per salutarci ci ha fatto un sorrisone meraviglioso!è stato davvero bellissimo! Nuvola,mentre io annaspavo nella mia imbranataggine,si destreggiava tra un paziente e l’altro facendo palloncini e regalando sorrisi:). finita la visita in dialisi,siamo tornati in pediatria a salutare Pietro visto che lo stavano per dimettere e stavolta sono stata più naturale e sono riuscita a dire qualche parola….abbiamo poi incontrato Matteo,un miciotto con delle eruzioni cutanee al quale Nuvola ha fatto due cagnolini con i palloncini…la nostra visita era agli sgoccioli. abbiamo salutato e siamo usciti dall’ospedale…Che dire?la mattinata mi è volata,mi ha riempito…è stata un’esperienza meravigliosa!è bello vedere le persone che sorridono appena ti vedono,che ti ringraziano semplicemente perchè le stai ad ascoltare o perchè i loro bambini ridono e giocano in un luogo in cui di solito di allegro c’è ben poco! quindi,anche io vorrei ringraziarvi: grazie per questo meraviglioso progetto che ci fa capire quanto sia importante vivere sempre con il sorriso sulle labbra e quanto sia bello vedere la gente che sorride..
Auguro un buon Natale e un felice anno nuovo a tutti!!!

un abbraccioDott.ssa Rimba

Nota di Nuvola: Devo dire che Rimba è veramente carina, ha affrontato anche lo svenimento con molta dignità (d’altra parte sono svenuto anche io poco tempo fa e ho capito molto bene l’imbarazzo che si prova ma davanti a queste cose dobbiamo ridere, d’altra parte siamo clown ed essere un poco scemi ne fa parte, viva chi sviene….abbasso i chirurghi). A me ha colpito molto una signor in dialisi che ci ha fatto vedere le foto del marito che purtroppo è venuto a mancare tre anni or sono, dopo 48 anni di matrimonio e 5 di fidanzamento lei ha sempre in borsa le foto del marito ma non le foto piccoline come chiunque, proprio un album grande che prende tutta la borsa, con una ventina di foto sue e del marito, mi è parsa proprio una bella cosa…….complimenti a Rimba che mi è piaciuta molto e mi aggiungo a lei per gli auguri di Buon natale e splendido inizio del 2008

Con affetto e stima

Nuvola


0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *