28 Aprile 2008

Pubblicato da Radic il

Cari clauni questo è un pre-report poiché tra qualche giorno ci aggiungerò quello di Smemorina. Stamani abbiamo iniziato il nostro lavoro dalla sala prelievi al piano terra ed è stato veramente molto divertente poiché era pieno zeppo di persone e si è creata subito una buona atmosfera, qualcuno addirittura l’hanno dovuto chiamare un paio di volte poiché non aveva capito che era il suo turno visto che stava facendo confusione con noi. E’ successa poi una cosa molto bella, una signora che aveva già fatto gli esami e che non aveva particolarmente fretta s è fermata con noi a cantare visto che a lei piaceva molto cantare le opere ha improvvisato dei brani e noi abbiamo dato dei piccoli strumenti alle mamme incinta che erano là ad aspettare di concludere l’esame della curva glicemica e ci siamo messi a cantare e suonare, dirigeva l’orchestra una signora che aveva una mano fasciata per una tendinite tenendo nella mano buona la mia forchetta allungabile, si è formato veramente un quadretto divertente per non parlare di quando,oltre a mandare avanti i numeri come sempre faccio, oggi ho anche nascosto il telecomando in tasca a un signore che s’è prestato allo scherzo e c’erano le infermiere della sala prelievi che urlavano davanti a tutti “chi c dice dov’è il numeratore lo facciamo passare avanti”, stamani mi sono divertito molto là. Siamo passati in pediatria dove c’erano pochi bambini e poche mamme per cui ci siamo trattenuti poco e dopo, passando dai corridoi per andare in dialisi ci siamo piantati mezz’ora in sala aspetto ortopedia, abbiamo assegnato il premio a chi si era stroncato tutto nel modo più buffo e ha vinto una signora che ridendo ha ammesso d’essersi rotta piede e gamba saltando giù dalla sita di corsa per prendere il tram che stava passando e andando rovinosamente per terra, c’era gente che diceva come s’era rotta gli arti sperando di vincere il premio e gente che rideva sentendo le disavventure degli altri, insomma pareva un manicomio. In dialisi siamo arrivati tardi e abbiamo fatto solo la stanza di Gino e Gino e la stanza accanto, ma è stato bello vedere Giorgio che rideva, Gino che mi sfotteva (come sempre) e le infermiere che interagivano con noi e con loro.
Smemo è stata brava e divertente e io sono sempre più convinto di essere estremamente fortunato ad aver incontrato tante belle persone come voi siete, grazie di cuore.

Nuvola


0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *