Fiera a Rimini 26/30 Gennaio 2008

Pubblicato da Radic il

Meglio tardi che mai.. scusate. Quello che è successo è stato tanto forte che mi ha devastato fisicamente, ho vomitato l’anima e per due giorni ho creduto di avere lo stomaco al posto dell’esofago e l’esofago al posto del culo..ma yuppi!!ora sto bene. eccomi qua.
Si parte con la paura, come sempre, di non essere nel posto giusto o con la gente giusta. Poi si arriva ci si lascia andare, e ci si sente liberi. davvero mi son sentita così, non è facile per me,ma chi era con me spero lo abbia visto e sicuramente ha avuto il suo merito in questo. Ci siamo inseriti in un sistema, lo abbiamo un po’sconvolto, un po’ fatto ridere, forse anche un po’ infastidito. Credo che l’importante sia dire alle persone che esisti e che siamo al mondo anche per loro (e vi prego di togliere quel buonismo spicciolo che esce da questa ultima frase, andate oltre..e vogliate scusarmi, non sapevo esprimerlo nel modo migliore).
Ops..SERGENTE NUVOLA CREDO DI AVER SFORATO IL RIGO A MIA DISPOSIZIONE!
Panzanella

Palloncini, storie, professionalità(vostra!!!). Decisione, spettacolo, emozione, fatica, stanchezza, abbracci, risate, sorrisi, carezze, preoccupazioni, poesia, amore, sguardi, voci, nasi….mezzi….mezzi….. per la costruzione di qualcosa di bello. Grazie.
Giraffina

Entrato assonnato e pieno della cena della sera prima, uscito stanco e sudato. Giornata tranquilla tranne circa un’oretta ad inizio mattinata. nel complesso buona giornata, anche solo per averla passata diversa da altre.
Se riuscirò ad aprire
un angolo nuovo
nel cuore di un uomo
per lui non sarò vissuto invano.
K.Gibran-
Pan

Beh che dire?
Le cose sono tante come tante sono state le sensazioni che hanno pervaso il mio cuore… Ho fatto veramente tanti sacrifici per essere a Rimini ma ne è valso la pena mi sono divertita, mi sono arricchita e ora ho una carica in più per affrontare le cose in modo diverso. Grazie a tutti per avermi fatto sentire speciale come Rachele ( gomitolo)………. un abbraccio a tutti
Mi sono aricchita, ho donato allegria e ho ricevuto dolcezza, grazie a tutti… ora respiro meglio.
Gomitolo

Dopo le emozioni di Rimini (per rispondere a bomboloncammello) sicuramente vi spierò ancora di più , un grazie di cuore da Fabrizio (detto bri o bizio) mi avete caricato di dolcezza alla grande.
Fabrizio dell’ Alcas
[…]E non è un’invenzione
e neanche un gioco di parole
se ci credi ti basta perché
poi la strada la trovi da te.
[…]E ti prendono in giro
se continui a cercarla,
ma non darti per vinto perché
chi ci ha già rinunciato
e ti ride alle spalle
forse è ancora più pazzo di te!
-L’Isola che non c’è- Edoardo Bennato
Grazie alle mille persone che ho incontrato in questo fermo-immagine di vita, che in un momento un po’ cupo mi hanno fatto comprendere di essere unica…proprio come ognuno di loro!
Melina

Io ho perso la voce e – si trattasse di parlare, avrei la scusa per stare zitto. Invece devo scrivere e non posso tacere la commovente bellezza che mi addolcisce un momento di tristezza, che provo oggi, sotto una pioggia di piccole difficoltà. Ma il pensiero del vostro abbraccio mi dà il coraggio di crederci ancora… ancora un po’ di più.
Grazie, sorelline. Scusate Bombo e Pan , ma ormai chiamo sorelline anche voi. Nuvola non fa testo… è il nonno.
P.S. per Andrea: mi fa effetto pensare che – giusto di ritorno dalla terra del tanto amato Marco – il nostro Pungolo va in fuga… in salita.
Formaggino

Mia prima fiera da animatrice: tanti genitori invitano i figli a giocare, pochi lo fanno anche loro.
Lumachina

A Rimini, una sera a cena ho scambiato due chiacchiere con un gruppo di francesi al nostro tavolo, mi hanno lasciato in dono una poesia famosa in Francia di A. Rimbaud “Il dormiente nella valle”.

C’est un trou de verdure où chante une rivière
Accrochant follement aux herbes des haillons
D’argent; où le soleil, de la montagne fière,
Luit: c’est un petit val qui mousse de rayons.
Un soldat jeune, bouche ouverte, tête nue,
Et la nuque baignant dans le frais cresson bleu,
Dort; il est étendu dans l’herbe, sous la nue,
Pâle dans son lit vert ou la lumière pleut.
Les pieds dans les glaïeuls, il dort. Souriant comme
Sourirait un enfant malade, il fait un somme:
Nature, berce-le chaudement: il a froid.
Les parfums ne font pas frissonner sa narine;
Il dort dans le soleil, la main sur sa poitrine
Tranquille. Il a deux trous rouge au côté droit.
Octobre 1870
Non voglio fare il guasta feste, ma già da tempo pensavo di uscire dal progetto, adesso più che mai ho bisogno di staccare, ho bisogno di dedicarmi al progetto Andrea a tempo pieno, adesso sento questo, ho lasciato Pungolo a Rimini ruzzolare ancora una volta con le sue scatole, grazie di cuore per avermi accolto fra voi splendide persone.
Pungolo
Nota di Nuvola: la poesia l’ho aggiunta io almeno la potete leggere e mi pare un bel modo poetico di salutare, spero temporaneamente, Pungolo, volevo metterla in italiano ma le traduzioni trovate erano molte e molto diverse tra loro, così l’ho messa in francese , proprio come l’ha scritta Rimbaud.
Ciao nuvola…allora ti mando la frasettina che mi hai richiesto..spero vada bene:”i sorrisi dei bambini,la stretta di mano e i ringraziamenti delle persone che hanno apprezzato la nostra presenza alla fiera…queste le cose che mi hanno reso veramente felice!”ci sentiamo presto Nuvola..
Rimba
Mi sono sentito felice
e la causa è l’aver lavorato insieme a voi,
l’aver parlato con voi
in fiera in albergo in macchina,
la chiamano mutua dipendenza,
collaborazione,
amicizia,
come vi pare
ma questa è la cosa che più mi ha dato:
fare insieme a voi qualcosa di importante per la mia vita.
E inoltre
il gelato gratis è più buono che non gratis.
Fabrizio invece che lavorare ci spia e viene a vedere lo spettacolo delle marionette canterine,
Stefano dice le bugie che tipo non è lui il capo, ma invece lo è lui,
Formaggino mugola nel sonno e biascica.
Ed è un panzone.
Bomboloncammello
Ciao Nuvola, ho rimesso i piedi per terra da circa 5 minuti dopo aver volato con voi questi 3 giorni speciali..prima di partire non me li sapevo immaginare e ora che son tornata li riesco difficilmente a raccontare.. ma li sento un monte..e quando fa così vuol dire che sono stati speciali davvero.. Mentre si tornava ieri sera che ci hai chiamato e c’hai chiesto un report di un rigo ho pensato “cavoli che ci sbatto in un rigo”.. ma invece la cosa che mi ha colpito di più….conoscendo pochino voi e per niente i ragazzi dell’Alcas.. é stata “LAVORARE INSIEME CON UN SORRISO PER REGALARE SORRISI” ….perchè c’era un bel gruppo.. ed eravamo noi col naso rosso e loro in giacca e cravatta….o comunque vestiti eleganti apparentemente con poco in comune ma tutti con lo stesso sorriso.. vicini di stand.. e, anche se te eri a riposarti, a camminare e scherzare insieme camminando sulla spiaggia a gennaio, che con i piedi scalzi, che con le scarpe da ginnastica , chi con i tacchi a spillo…. ETEROGENEITA’ e COMPLICITA’… bon.. mentre stai impazzendo per capire come rendere in un rigo le cose sconquassate che ti ho detto io ti saluto e vado a studiare, ti auguro un buon riposo e ed una buona giornata.
ciao a tutti!!!!!!!!!!!!! anche agli ALCaSSINI..se ci stanno spiando.. W il boss che é venuto a passeggiare sulla spiaggia di notte con noi!!!
Maddi

Io ho poco da aggiungere ai vostri report, dico solo che sono stato bene, Timmy era felice ed ha suonato con gioia e questo per me è il miglior risultato della fiera, grazie di cuore a tutti voi. Un grazie particolare a tutti quelli dell’Alcas che sono stati veramente una compagnia speciale, delicata e molto collaborativi, spero vivamente che tutti loro abbiano vite splendide come meritano, nessuno escluso. Un ringraziamento particolare a Diana e Chiara che tanto hanno fatto per tutti noi.

Nuvola
Ciao a tutti ragazzi!!! sono stata molto contenta di aver lavorato con tutti voi, siete persone splendide come lo sono stati questi giorni passati insieme. Mi sono divertita moltissimo sono stati 5 giorni molto intensi ed emozionanti. Grazie veramente a tutti voi e soprattutto allo staff dell’ Alcas. Vi abbraccio forte forte.
Campanellina

Ciao ragazzi, sono Jacopo, ho letto i vostri commenti e a questo punto volevo dire anch’io qualcosa……siete semplicememnte fantastici e per me è stato veramente un onore conoscere persone come voi, che fanno di tutto per far stare bene gli altri……un abbraccio speciale a tutti voi, nessuno escluso!!! Buona vita ragazzi. Ciao.
Jacopo
E’ arrivato il momento…. è che non trovavo le parole giuste per esprimermi, tutt’ora non penso che quello che dirò corrisponde a quello che ho vissuto..strano…intenso,tanto intenso..sono riuscita a tirare fuori una parte di me che non pensavo di avere,mi sono riscoperta…e ho scoperto altre persone..in ultimo chiedo una cosa al boss:se non riesco a diventare medico posso venire a lavorare con voi? 🙂
Coccinella

1 commento

JACOPO · 1 Febbraio 2008 alle 13:57

CIAO RAGAZZI , SONO JACOPO ,HO LETTO I VOSTRI COMMENTI E A QUESTO PUNTO VOLEVO DIRE ANCH’IO QUALCOSA… SIETE SEMPLICEMENTE FANTASTICI E PER ME è STATO VERAMENTE UN ONORE CONOSCERE PERSONE COME VOI, CHE FANNO DI TUTTO PER FAR STARE BENE GLI ALTRI…UN ABBRACCIO SPECIALE A TUTTI VOI , NESSUNO ESCLUSO!!! BUONA VITA RAGAZZI.
CIAO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *